Il canto a due voci a intervalli stretti dell’Istria e del litorale croato

Il canto a due voci a intervalli stretti dell’Istria e del Litorale croato è uno stile complesso di musica popolare che troviamo anche oltre il territorio dell’Istria e del Litorale croato, ma è in questa zona che vive in modo più compatto. Fondamentalmente, il canto a due voci si basa su relazioni tonali non temperate e sul colore caratteristico del tono, che nella musica vocale si ottiene cantando con forza, in parte attraverso il naso.

Nella lista del patrimonio immateriale dell’UNESCO si trova il canto a due voci a intervalli stretti, documentato e sistematizzato dal musicologo e compositore Ivan Matetić da Ronjgi che studiò la musica e i canti degli abitanti di Kastav. Grazie al suo impegno nella ricerca e nell’interpretazione della musica popolare e folcloristica dell’Istria e del Quarnero, contribuì a definire la scala istriana inserendola nel sistema tonale della musica artistica.

La scala istriana

La scala istriana è un particolare tipo di scala pentatonica tipica della musica tradizionale dell’Istria, del Litorale croato e delle isole del Quarnero. Il nome deriva dalla penisola istriana, dove questo tipo di musica tradizionale ha origine.

Questo tipo di espressione musicale rappresenta la tradizione e la prova dell’esistenza del popolo croato in Istria e nel Quarnero. Offrendo una spiegazione teorica della scala istriana, Matetić tracciò le basi per la composizione artistica delle tipiche canzoni folcloristiche

La sua casa natale si trova a Ronjgi, un piccolo villaggio su una collina vicino al centro di Viškovo. Oggi essa è la sede dell’istituzione “Ivan Matetić Ronjgov”, che tutela i valori autoctoni di questa zona. Scoprite l’eredità del compositore nel suo centro memoriale e conoscete l’attività di una delle figure più significative del territorio di Halubje e di Kastav. In seguito, ci si può rilassare nell’atmosfera autentica del ristorante Ronjgi o all’ombra del vicino sentiero a forma di nota musicale, un legame nostalgico con la vita e l’attività di questo grande compositore che amava tanto la sua terra natale.

Skip to content